domenica 12 aprile 2015

Plumcake base classica con i mirtilli freschi

Un dolce elaborato, di difficile esecuzione.... nahhh, semplicissimo, buonissimo, da provare per chi non si fosse ancora cimentato con le ricette dei plumcake.
Ho trovato la fantastica ricetta base nel blog A casa di BB, l'aspetto del risultato mi aveva convinta, la semplicità degli ingredienti pure.

Brava BB che ha trovato il giusto equilibrio tra il buon senso, semplicità e gusto. I numerosi plumcake che sono usciti dal mio forno da quando ho scoperto questa ricetta ne sono la prova.

C'è da dire che non faccio dolci da mesi. Un po' perché ero impegnata, un po' per la mancata forza fisica durata un paio di mesi. Il forno si era ormai coperto di ragnatele e le fruste si sono arrugginite (questa è vera, su due frullatori uno non si può più usare perché le fruste sono tutte gialle per la ruggine ^_^).
Anche tutti gli altri attrezzi per fare i dolci mi odiano.. Chiedo perdono, vi lascio una fetta di plumcake ai mirtilli in ostaggio.




Ingredienti:

  • 3 uova
  • 140 gr di zucchero
  • 1 pizzicone di sale
  • 250 ml yoghurt bianco (uso Muller da 50ml, intero)
  • 180 gr farina
  • 60 gr fecola di patate
  • 1  bustina di lievito
  • Scorza di 1 limone
  • 100 ml olio di semi
  • 125 gr mirtilli













Prima di tutto montate bene le uova, triplicheranno il volume. Poi togliete le fruste elettriche e prendete quella manuale come QUESTA
Versate nelle yova lo yoghurt e mescolate. Poi aggiungete gli altri ingredienti tranne le farine. Amalgamate il tutto.
Setacciate a parte la farina, la fecola e il lievito. Versate le farine nel composto e mescolate con la frusta finché non si saranno sciolti tutti i grumi.
Infine versate nel composto tutti i mirtilli ben lavati e scolati. Potete vedere dalle foto che i miei sono scesi in fondo al composto, il trucco potrebbe essere, dopo averli lavati, passarli nella farina prima di metterli nel composto.

Imburrate e infarinate la classica formina da plumcake e versatevi dentro il composto.
Infornate a forno preriscaldato a 180gr per 45 minuti, lo lascio poi pure raffreddarsi dentro il forno per sicurezza. Vale anche la prova stecchino.

Fate raffreddare e sfornatelo, io lo conservo (per quel poco che mi dura, dato che lo finiamo in massimo due giorni), su un tagliere con il canovaccio pulito sopra. Ora sto facendo la prova anche con il barattolo di latta!

Buona colazione Luigi!







Nessun commento: