domenica 7 aprile 2013

Baklava - Albania


Ciao a tutti! Eccomi che torno con la "rubrica " Tutti i dolci del mondo" con il croccantissimo e laboriosissimo Baklava.

Non si può dire, effettivamente che il Baklava è di origini esclusivamente Albanesi, perché appartiene alla cultura di molti paesi di origine araba, alla Grecia, comunque molti paesi anche attorno al mediterraneo. Non c'è da sorprendersi, se il dolce è buono è normale che migra da un territorio all'altro.

La mia amica Albanese ha cercato in tutti i modi di dissuadermi dal fare questo dolce... Mi disse multiple volte che è complicato e che c'è bisogna di avere una gran forza nelle mani per stendere la pasta fillo. 

Ben ben, dopo qualche allenamento con la wii, quindi con muscoli ben pompati, mi sono dedicata anima e corpo per ben 7 ore, alla preparazione di questo dolce...Un full immersion nel baklava :) 

Devo dire che nocciole e pistacchi li ho tritati a mano, pestandoli e finendo i pistacchi con il coltello grossolanamente. Non uso il frullatore perchè quello che ho, me li scioglie e diventano "pappa" invece a me serviva granella grossolana. Ah e aggiungete un altra mezzoretta a sgusciare le noci :) ^_^ beh per il resto se hai noci e pistacchi già pronti sarebbero comunque state 6 ore.

Albania ha molta storia sul suo territorio che parte dalla preistoria quando pare fosse gia abitata. Perciò in un paese così ricco non poteva mancare il dolce più ricco e saporito del mediterraneo.


Ingredienti per pasta fillo 16 fogli
500 gr farina (manitoba oppure normale o 0 aggiungendo poi due cucchiaini di lievito)
250 gr acqua caldissima
2 cucchiai di olio d'oliva
2 cucchiaini di sale
Maizena q.b.

Ingredienti per il ripieno
250 gr burro fuso (dipende dalla superficie, se è larga 250 se stretta anche 180)
200 gr nocciole tritate
100 gr pistacchi
cannella

Per lo sciroppo
450 gr zucchero
50 gr miele
300 ml acqua
2 cucchiai succo di limone
1 cucchiaio di acqua di rose

Prima di tutto preparate la pasta fillo. Se pensate che sarà veloce da fare, allora avete sbagliato tutto. Innanzi tutto mescolate gli ingredienti in una coppa e impastate delicatamente finché non si amalgama tutta.
Dividete in 16 palline copriteli con la pellicola e lasciate riposare per una mezzora.

Dopo che si saranno riposati prendiamo una pallina alla folta e la stendiamo a "foglio di carta aceto" sul ripiano infarinato, preparatevi sarà dura.... cercate di dare la forma della teglia alla vostra "stenditura". Io le ho fatti rettangolari.
prima di infornare
Appena steso mettete su un ripiano con carta da forno e maizena setacciata. Sistemate sopra il foglio di fillo e setacciate un po di maizena per non far attaccare i strati successivi. Tra una stiratura e l'altra coprite i fogli con la pellicola per non farli seccare, se no diventeranno cracker :D (mi si è seccato un angolino... )

Ora imburrate la teglia con il pennello, stendete il primo strato e 5 successivi uno sopra l'altro imburrando prima di adagiarvi sopra.
Ora continuate con altri 6 strati però alternando con il ripieno. Spargete tra ogni piano nocciole e pistacchi. Nell'ultimo spolverate di cannella.
Poi i rimanenti strati sistemateli l'uno sopra l'altro,sempre imburrando. Arrivati all'ultimo strato versatevi sopra il burro rimanente.

Tagliate il dolce a rombi, quindi strisce parallele in una direzione così /////// poi strisce così \\\\\\\, che intrecciandosi diventeranno rombi. Essendo un dolce ipercalorico li ho fatti piccoli come pasticceria mignon da un boccone e mezzo.


Preriscaldate il forno a 180 ° ed infornate il dolce per 40 °, prima di sfornare controllate che sia ben dorata.
appena uscita dal forno



Nel frattempo avete preparato lo sciroppo versando tutti gli ingredienti nel pentolino e scaldando tutto sulla fiamma vivace finché non smette di essere liquida/acqua e diventa un po' più velata. Lasciatelo raffreddare.


Appena sfornate il baklava versate sopra lo sciroppo raffreddato cercando di coprire tutte le insenature e bagnare bene la superficie.

Il dolce è pronto per essere servito. Appena si raffredda a temperatura ambiente diventa ancora più buono!

I sapori che si sentono mentre si addenta il Baklava non si possono raccontare. Provate a farlo!!!
Buona colazione Luigi!!!!!

Nessun commento: