venerdì 14 dicembre 2012

Pan di zenzero con Martha Stewart




Che la sfida abbia inizio!!! Il primo Dicembre sulla pagina di Facebook (QUI)ho annunciato il mini-concept contest. Dovevate scegliere sulla pagina di Facebook tramite likez qual'era l'immagine natalizia che preferivate che io usassi come ispirazione di Natale. La macchina si era messa in moto (assurdo una macchina in moto, che assicurazione gli servirà quella della moto o quella dell'auto) ed ho annunciato il tanto atteso (da me) finalista concept.
Il classicissimo e magico Winter Wonderland. Quindi tanta neve, paesino innevato, paesaggio incantato, passerotto congelato :) Ponticello alberello e tanta dolcezza e amore.
Che dire! Complimenti per la scelta. Che come colori mi butta sull'estremo classico, niente roba da circo, niente neon o qualsiasi colore bizzarro.
Inauguro quindi, questa idea con il soggetto principale dell'immagine- case. Perciò al via il cantiere e cominciano le grandi costruzioni. Imu permettendo :)
Dal piano regolatore di quest'anno si evince che posso completamente invadere la mia casa con tante piccole case senza dover versare contributi... Posso anche invadere case degli altri con le piccole case. Ho aggirato il sistema... chiamatemi furba speculatrice immobiliare d'ora in poi!

Ma non è finita di sicuro qui, ovviamente il mio "tocco ci deve sempre stare, perciò vi propongo due versioni di questi piccoli investimenti immobiliari. Una da ricetta originale e altra variante per chi non avesse la melassa in casa, e non è un problema non avere la melassa, credetemi. Ho assaggiato entrambe le versioni e tra le due preferisco senza. Magari si potrebbe combinare melassa con lo sciroppo, allora si che parleremo del colore, sapore e consistenza giusti. E quindi, se volete riempire la casa con profumi speziati oppure volete  dilettarvi in questa preparazione alquanto laboriosa eccovi le mie versioni delle casette pan di zenzero.

Non mi sono limitata a casette e alberelli come da tema, ma ho aggiunto pure qualche ometto con cuore... perchè anche se non si vede nella foto, ma c'è :) vive dentro quelle case innevate, perciò c'è!



Ingredienti per una badilata di impasto, buona per 5 casette e un po' di biscotti
(ricetta rubata e un po' modificata di Martha Stewart.... )
1 cucchiaino di bicarbonato
1/2 cucchiaino lievito
225 gr di burro
175 gr di zucchero di canna
4 cucchiaini di zenzero macinato
4 cucchiaini di cannella
1 1/2 cucchiaino di chiodi di garofano in polvere
1 cucchiaino di pepe nero in polvere
1 1/2 cucchiaino di sale
2 uova
475 gr gr melassa (oppure 360 gr di miscela sciroppo di zucchero di canna con glucosio (o miele))
Da ricetta erano oltre 500 gr di melassa, eviterei.
900 gr farina


Mescolate da parte le spezie. Mescolate e setacciate da parte la farina con il lievito e il bicarbonato. Portate il burro a temperatura ambiente e poi sbattete con lo zucchero di canna finché  non sarà spumoso. Aggiungete il sale e le spezie e frullate ancora un po'.

Poi aggiungete le uova (le ho aggiunte uno a uno) e poi la melassa... Montare per amalgamare il tutto tutto. 

Ora viene il bello. Mettete dentro tutta la montagna di farina e mescolate (avevo continuato con il mixer) finche non si amalgama bene. Dividete in 3 parti e lasciate a riposare nel frigo per almeno un ora.

Poi potete cuocere a soliti 180 gradi finché non si scuriscono bene al centro e poco ai lati (non fateli bruciare ecco)

Appena sfornati decorate a gogo con quello che vi pare... Attenzione con l'assemblaggio. Ho provato vari modi ma al 100% funziona così.. ci sono 4 muri e due pezzi di tetto....

" pezzi fronte e retro" due pezzi "muri laterali". Ho sdraiato il retro, messo glassa al bordi e incollato i muri laterali, bloccando dai lati con bicchieri per non farli cadere. Messo della glassa sui bordi dei muri ed appoggiato sopra il pezzo "fronte". Lasciate così una mezzoretta per sicurezza. Poi potete togliere i bicchieri e sempre da sdraiato incollate il tetto.

 Lasciate riposare altra mezzoretta. Poi decorate il resto già in piedi se volete.
ho fatto un vero e proprio servizio fotografico a queste casette

Decorazioni dettagliate si possono fare prima di assemblare la casa, lasciate riposare minimo mezzora... La glassa è bastarda, sembra solida e invece rimane tutta sulle mani. (parola di scout)
Quindi non "stuzzicate" troppo la casa appena costruita, meglio lasciarla in pace per un po'.


Decorazioni ai lati si possono fare sia prima che dopo l'assemblaggio. Se si decora prima bisogna lasciarlo asciugare un oretta almeno , prima di assemblarle. Altrimenti si decorano da assemblate, così si asciugano in piedi, però potrebbe essere leggermente scomodo. Il tetto ovviamente va decorato per ultimo. Fateli qualche colata ai bordi da farla sembrare neve. E non indugiate per distruggere e mangiare... :)
Magari con un po' di latte.

Buona Colazione Luigi!

2 commenti:

Fante di Fiori ha detto...

Questa e' ALTA architettura!!!
Altro che pasticceria!

Jelena PasticciOVA ha detto...

^_^ ahahah :) Effettivamente,mi sentivo più muratore che pasticcere mentre li assemblavo :)