sabato 25 febbraio 2012

Meringa a caldo, aks Svizzera

Friabili o compatte ecco il quesito. Queste nuvolette bianche, le mangerei all'infinito. Per fortuna ci sono moltissime ricette che prevedono l'utilizzo di solo tuorli, così posso sbizzarrirmi a "non sprecare" l'albume per fare le meringhe.
 "E cosa me ne faccio di tutte queste meringhe?" esclamerete sgranando gli occhi. Beh innanzitutto spariscono prima che ve ne accorgete. Poi con il caffè da offrire agli ospiti sono scenografiche e carine.
Poi metteteli da parte per la calda stagione e potrete usarne in quantità per fare i semifreddi.

Comunque il procedimento è facilefacilefacile ... rubato gentilmente dal libro di mitico Montersino...

Ingredienti:
1 parte albumi
2 parti zucchero oppure 1 parte zucchero + 1 parte zucchero al velo

Mettete nel pentolino l'albume e lo stesso peso di zucchero. Scaldate a 61 gradi, versate nella ciotola (o planetaria) e montate l'albume con lo zucchero. Quasi direi fino al raffreddamento. La meringa diventerà già bella compatta.
Infine aggiungete l'altra metà dello zucchero, senza montare. Nelle foto sono illustrate le meringhe con lo zucchero al velo (la seconda metà sempre), diventano più compatte e croccanti, e un po' opache d'aspetto.

Invece se usate lo zucchero granuloso saranno più friabili e un po' piu lucidi.

Infornate a 100° finché non si rassodano e non si staccano dalla carta da forno senza lasciarci il fondo (più di un ora circa)
Me ne sto mangiando in quantità industriali. Poveri denti.... Povera ciccetta!!! :)


Buona colazione Luigi!


Nessun commento: