martedì 5 aprile 2011

Baumkuchen e 15 strati invisibili



Comincio come al solito con una premessa. Si sarebbero dovuti vedere i strati ma il sapore non glie l'ho toglie nessuno.
Vi presento la baumkuchen torte, una torta di origine Tetesca che va cotta a strati. ne avevo fatti 15 con la teglia tonda diametro 26. Ma con una teglia più stretta la 22 o una teglia rettangolare a piacere sicuramente ne uscirebbero di più, e perciò il dolce sarà piu alto e ancora piu buono :)
Infine potrete servirla con una spolveratina di zucchero con della glassa ooooo quel che vi pare.
Ho preso l'ispirazione dalla puntata finale del Top Chef Solo dessert dove uno dei concorrenti aveva presentato la Baumkuchen Torte che era come minimo il doppio in altezza :)

Ingredienti per la torta:
5 uova
250 g di burro
250 g di zucchero
buccia di limone
1 cuchiaio di rhum ( Ho usato il Pampero)
70 g di mandorle pelate e tritate finemente
125 g di farina
125 g di maizena
1 pizzico di sale

Per la glassa:
3/4 di bichiere di zucchero
1 cuchiaino di rhum
3 noci di burro
130 gr panna


Separate i tuori dagli albumi. Mettete gli albumi in una ciotola e tenete da parte i tuorli.
Sbattete il burro ammorbidito a temperatura ambiente con zucchero finche non diventa spumoso. Poi aggiungete i tuorli, la buccia di limone, il rhum e infine le mandorle continuando a sbattere il composto con le fruste.
Montate a neve ferma gli albumi con un pizzico di sale, incorporate gli albumi nel composto senza farli smontare poi incorporate la farina e maizena.

Scaldate il forno a 200 gradi e imburrate la teglia. Stendete uno strato alla volta e infornate per 4 5 minuti, nel mio caso sarebbero dovuti essere di più, prima di stendere lo strato successivo assicuratevi che sia ben dorato lo strato precedente.
Cercate di stenderli tutti uguali di quantità, prendete le misure con il cuchiaio.

Sfornate il dolce infine e fatelo rafreddare.

Preparate la glassa al caramello sciogliendo prima lo zucchero, poi aggiungete il burro sbattendo con la frusta finche non si scioglie tutto. Spegnete la fiamma, incorporate il rhum, riaccendete la fiamma e aggiungete la panna e quando si sarà amalgamata spegnete e fate rafreddare un paio di minuti per farla rapprendere meglio.

Decorate la torta.

Buona colazione Luigi

10 commenti:

lucy ha detto...

e' la prima volta che mi capita di vedere questa torta.deve essere semplicmente favolosa, grazie di averla postata!

Jelena PasticciOVA ha detto...

Grazie Lucy, il dilce dovrebbe apparire diversamente a strratti ben visibili come anelli del tronco d'albero. Il sapore però è buonissimo.... consiglio vivamente :)

Una cucina a pois ha detto...

Non ho mai sentito parlare di questa torta, è sempre bello scoprire cose nuove ed è anche divertente sapere che piccoli incidenti d
in cucina non capitano solo a me!!!
Notte

Jelena PasticciOVA ha detto...

Una cucina a pois: hehehehe beh allora hai trovato il posto giusto... sono l'esperta di incidenti in cucina ^_^ . Per esempio La torta con la frutta slurposa era asciutta dentro perchè l'ho bagnata poco.... :)

Onde99 ha detto...

Decisamente laboriosa, ma mi sa che il risultato ripaga a meraviglia!

Jelena PasticciOVA ha detto...

Onde99 oooh si :) rimane a lungo di una consistenza meravigliosa. sembra quasi una torta al formaggio (dalla consistenza) poi tagliata a cubetti si può servire come pasticcini- uno tira l'altro :)

viola ha detto...

Molto interessante questo dolce, non lo conoscevo...ma non è che poi il primo strato si brucia vero a passare in forno tante volte?
Ma poi come dovrebbe essere la consistenza finale?
Mmmmm, mi hai proprio incuriosito ;)
Brava, una dolce veramente originale e nuovo.
Baci

Jelena PasticciOVA ha detto...

Viola.... ma quante domandeee :) :P
Vediamo: lo strato non brucia, ma il consiglio è di cuocerlo nella parte superiore del forno se è a gas o comunque a metà ma con la parte superiore accesa.... se no normale.
La parte non si brucia, pure iotemevo rimano come quando la spennelli. La consistenza è sorprendente anche a distanza di due tre giorni l'impasto si può tagliare con cuchiaio come se fosse una cheesecake (quasi dai)^_^
Io non l'avevo mai assaggato prima e di solito non mangio i dolci che faccio ma ne sono rimasta affascinata. Saranno le due ore del via vai dal forno... :D boh.^_^

Giulia ha detto...

Ecco santapizzetta è . È. È. Bellissimabuonissima e potrei continuare con tutti gli issimi e issime e . Ok. Fermatemi.

Laboriosa ma devo assolutamente provare. Complimentoni *___*

Un bacione!

Jelena PasticciOVA ha detto...

Giulia - ihhihi grazie.. voglio vedere le foto dopo :)